Tecniche di Visualizzazione – Capitolo 4


Entriamo nel vivo di questo corso online gratuito sul raggiungimento obiettivi e manifesting. Certo, non che fino ad ora avessimo scherzato, ma adesso entriamo nel dettaglio delle varie tecniche di ciascun componente della formula.

Ci tengo a ribadire quanto sia importante che TU trovi la tua giusta versione. Tu hai il tuo “personale trucco psicologico” in questa tua fase della tua vita quindi scegli la versione della tecnica che senti che si addice di più alla tua attuale personalità.

Come scegliere?

E’ semplice. Cerca di comprendere come ti fa sentire l’esecuzione di una determinata tecnica. Approfondiremo cammin facendo questo aspetto. Poi combina le varie tecniche fino a trovare la combinazione tra V, E, ed R. (se non ricordi le abbreviazioni.. beh, hai saltato la prima parte di questo corso gratuito. INIZIA DA QUA

La Visualizzazione Creativa. Tecniche.

Per quel che riguarda l’utilizzo della visualizzazione creativa al fine di manifestare ciò che desideriamo, abbiamo due scelte;

  • visualizzare il risultato desiderato
  • visualizzare il percorso che ci porta al risultato desiderato

Che inoltre ci portano a due tipi di applicazioni:

  • con molti dettagli
  • lasciandole un po’ più vaghe

Capire la strada più giusta per noi, non è così difficile. Sperimentale entrambe e vedi quella che sembra essere per te la via più “naturale” (ma che quella che, dopo le due settimane, inizia a portare qualche risultato).

Essere Positivi e Momento presente nella visualizzazione

In molti libri (se anche tu sei “invasato” come me di queste letture ne saprai qualcosa) si narra di come sia estremamente importante concentrarsi durante la visualizzazione sul momento presente e poi mantenerci positivi. Per farlo dobbiamo letteralmente “vedere attraverso i nostri occhi” quello che vorremmo che fosse realizzato e sentirci come se in effetti lo stessimo vivendo quì ed ora.

Si fa questo perchè molti autori ci suggeriscono che fare affermazioni o visualizzazioni al futuro (avrò quello che voglio) non fa altro che spostarlo nell’ipotetico futuro, rimanendo solo un’illusione. Altra indicazione importante, seppur in questo caso NON supportata dalla scienza, è quella di evitare l’utilizzo del “non”. Invece di dire “non voglio più debiti” potresti ad esempio dire “ho risolto (oppure “ho intenzione di…” se visualizzi il processo) le mie questioni finanziarie ed i miei conti sono in regola” (qua stiamo usando il generico).

Credo che seppur non supportata dalla psicologia moderna, possa essere un’ottima idea quello di imparare a condizionarci a parlare in termini positivi. E’ una questione di “focus”. Gli esempi in questo caso ci aiutano.

Prova a dire “non voglio più avere difficoltà ad arrivare a fine mese”.. è abbastanza logico che l’immagine che si forma nella nostra mente sia della difficoltà (ognuno rappresenterà nella sua mente tale difficoltà con modalità diverse). Se invece ci diciamo “arrivo serenamente alla fine del mese con dei soldi di avanzo per….” ecco che l’immagine acquista un relax, una serenità maggiore e come sappiamo, le nostre emozioni, determinano (e molto) l’andamento delle nostre giornate, le nostre azioni e ciò che calamitiamo nella nostra vita.

Nel loro insieme, questi due concetti, rappresentano la prima modalità di visualizzazione che adesso analizziamo insieme. Cercheremo di fare un quadro ancora più completo cercando di capire come amplificare le emozioni e sentirle nel momento presente seppur in uno stato di rilassamento (vedere il capitolo 3 dove parlo appunto dell’importanza del rilassamento durante le nostre visualizzazioni)

Come accennato, è molto importante comprendere come ci sentiremmo se questo obiettivo fosse stato già raggiunto quì ed ora. Per aiutarti puoi aiutarti con un film mentale o una foto che rappresenti questo tuo obiettivo realizzato. Inizialmente facciamo questo vedendo il tutto DA ESTERNO, in 3D, con immagini in movimento. Possiamo vederlo da destra, da sinistra, dall’alto, vedi tu come ti fa sentire meglio. L’altra variante è quella in soggettiva, ovvero vivere la scena attraverso i tuoi occhi. In questo caso i dettagli fanno davvero la differenza. Si attivano i nostri sensi del gusto, dell’olfatto, del tatto, della vista, dell’udito ed ovviamente tutte le sensazioni interne che ne conseguono.

Tornando quindi all’esempio dell’essere senza debiti (e quindi con i conti a posto):

Fai prima il rilassamento progressivo di cui abbiamo già parlato e poi riproduci la tua ipotesi migliore della situazione desiderata; noterai che magari hai ricevuto una lettera che conferma la risoluzione del debito, magari un tot di soldi sul conto corrente, o quello che per te rappresenta tale situazione. Inoltre sarà molto importante il lato emotivo durante questa visualizzazione che sarà approfondito nel capitolo dedicato alle emozioni.

Puoi visualizzare anche il “processo” della sua realizzazione. Magari ti sei ritrovato soldi inaspettati che sono giunti in modi positivi nella tua vita, magari hai un business che sai che è valido e che ha preso il decollo. Dipende da te. Se ancora non conosci i mezzi è ovvio che per te sarà più “positiva” una visualizzazione dove ci sono già i risultati ottenuti, quindi saldo in positivo, oggetti che compri per intero SENZA rate, insomma, la scelta è ampia e torno a precisare che non esiste un modo giusto o sbagliato. Esiste solo il modo che ti fa sentire DAVVERO BENE.

Essere realistici e concentrarsi sul percorso.

Se hai domande, se stai apprezzando questo lavoro lasciami un commento! Appena lo vedrò, ti rispondo! Quindi ripassa da qua.

Un Grandissimo abbraccio

Francesco.

La tua Opinione è Importante! 🙂

Lascia un commento