Il Potere del Rilascio – Capitolo 6


Anche per quanto riguarda il “distacco da un desiderio/obiettivo” ci sono scuole di pensiero contrastanti. Una corrente pensa che una volta che hai ben impostato il tuo obiettivo ed usato la formula V+E+R (come suggerito da me in questo corso completo!!) dovresti semplicemente dimenticartene fino a quando non si manifesta.

Un’altra corrente spiega come invece sia necessario continuare con le visualizzazioni, le emozioni, insomma con la formula completa fin quando non avremo realizzato ciò cui tendiamo.

Anche in questo caso NON esistono procedure sbagliate. A volte rimango sbigottito dalla sicurezza dei vari trainer nel dire “NOOO fai cosìììì, nooo fai colà!!!”

Vedremo ora insieme entrambe le possibilità e TU sceglierai quella che senti più coerente con il tuo modo di essere in questo periodo della tua vita. Ti ricordo che magari tra qualche tempo potrebbe aiutarti distaccarti dal tuo obiettivo così come invece doverlo vedere continuamente nella tua mente. Sperimenta SEMPRE.

Certezza = Credenza + Aspettativa

Sentiamo spesso dire come la parte più importante di tutto il processo di manifestazione di un nostro obiettivo sia il credere che ciò che desideriamo sia già nostro.

La parte Visualizzazione + Emozione serve proprio a questo, a far percepire alla nostra mente il nostro obiettivo “come già nostro”, come se lo stessimo vivendo quì, ora, ma è la parte del “Rilascio” che solidifica in credenza questo processo, questa nostra attenzione.

Sia che tu esegua una sola volta la formula, sia che tu la esegua ogni giorno, lo scopo è generare un profondo sentimento e l’esperienza di questa aspettativa. Con V+E noi facciamo proprio questo; andiamo a generare un’esperienza interna che, quanto più l’abbiamo resa verosimile con gli occhi della nostra mente, tanto più sentiremo “come già nostro” tal risultato.

Setta l’obiettivo e dimenticalo!

Questo si è sentito spesso dire. La corrente del “vedilo, vivilo in modo reale, e dimenticalo fino a quando non si è realizzato” è molto numerosa. Questa strada non è facile per tutti, tuttavia la ritroviamo in molte tradizioni. Basta pensare alla parola “Amen”, che sta ad intendere “Grazie, e così è fatto, e così sia”. Usando parole come questa, intendiamo mettere un forte intendo di “chiusura” e che ciò che abbiamo richiesto sia già sulla nostra via.

Ti ringrazio moltissimo

Francesco.

 

 

 

La tua Opinione è Importante! 🙂

Lascia un commento