Dialogo Interiore; Alleato o Nemico?


Benvenuto su questo primo articolo di questo nuovo blog. Come puoi notare la parte blog, è ancora in allestimento. Avrei voluto pubblicare solo quando in effetti l’estetica del sito fosse conclusa, ma i lettori aspettano, e questo articolo può rivelarsi molto utile 🙂

Dialogo Interno

Parliamo di dialogo interiore, di quelle vocine che abbiamo nella testa che tanto (troppo) spesso condizionano le nostre vite e le nostre scelte.

Ho visto che regna molta confusione sul web riguardo questi argomenti, e penso sia dovuta alla mancanza di applicazione pratica di quel che viene predicato. Provo a fare un po’ di ordine con questi nuovi articoli.

Queste vocine ci dicono cosa possiamo o non possiamo fare, se siamo adeguati o inadeguati. Ci dice cosa sia giusto e cosa sia sbagliato ed il problema più grande, è che noi ci crediamo.

Quante volte questa vocina ti ha detto; “lascia perdere tanto non sei capace” e tu gli hai dato retta rinunciando al tuo scopo? Nessuno si chiede da dove provenga questa vocina. Tu lo hai mai fatto? Ti sei mai chiesto da dove viene questa “voce” che ti dice cosa fare o non fare?

Questa voce è la tua “guida” programmata. Come un computer che esegue comandi automatici. Come ogni computer, significa che prima di eseguire comandi, deve esser programmato. E da chi è programmato? Fin quando non ne siamo coscienti, è programmato da altri, dall’esterno.; opinioni di genitori, familiari, amici, educatori, le loro convinzioni, le loro etichette etc..

Se ad esempio da piccolo hai provato a fare certe cose e non ci sei riuscito, qualcuno potrebbe averti detto che “sei incapace”.

Il tuo subconscio ha registrato questa informazione, in quanto a livello emotivo, ti sarai sicuramente sentito come incapace. Questo programma da quel momento è installato, pronto ad intervenire per ogni cosa nuova che vorresti fare.

E questo vale per ogni cosa negativa che ti dici riguardo i tuoi desideri, obiettivi, o scopi di vita. Se hai ricevuto qualche “insegnamento negativo”, ecco che la tua voce arriva a “proteggerti” da altre eventuali delusioni, facendoti rivivere sensorialmente ed emotivamente i fallimenti, delusioni, etc..

Vista in questa ottica, sembra un grosso problema.

Tuttavia, questo dialogo interiore, non è da considerarsi nostro nemico. Tutt’altro. Se abbiamo la fortuna di capire che questo dialogo interno è programmato, possiamo sapere finalmente su cosa dobbiamo lavorare a livello interiore.

Se, continuando con il solito esempio sull’incapacità, ci sentiamo incapaci, possiamo fare due cose;

1 – chiedersi: “quando è stata la prima volta che mi sono sentito incapace?” La prima risposta, sarà il nostro primo “trauma” che ci ha segnato, quello che ci sta dando questa risposta emotiva ogni volta vogliamo fare qualcosa di diverso. Saperlo, può rivelarsi utile per lavorarci, anche se non necessario.

2 – il passo più importante. Crearsi una nuova immagine interiore.

Il nostro cervello, le nostre risposte emotive, lavorano per immagini, suoni, sensazioni. Quando pensiamo di essere inadeguati, meccanicamente nella nostra mente vediamo l’immagine di noi stessi in situazioni dove in effetti risultiamo davvero inadeguati. Non esiste una rappresentazione univoca. Siamo tutti speciali e diversi, ed ognuno di noi vede la propria immagine di se in modo diverso.

Quando scopriamo quale sia la nostra immagine interiore riferita al problema, possiamo anche iniziare a lavorarci. Devi sapere che tu puoi creare nuove immagini mentali di stesso. Se ripetute nel tempo, con enfasi ed emozioni, il tuo subconscio, non distinguerà se quel che “vedi” è reale o meno.

Essendo un’immagine vividamente vissuta, l’accetterà come vera. Nel caso di “incapacità”, potresti iniziare a vederti piuttosto che incapace, come una persona capace nel settore in cui vuoi esserlo. Questo non vuol dire farlo in modo superficiale e per pochi minuti, bensì mettersi davvero di impegno e cercare di vedersi in questa scena come se fosse vero, proprio quì, adesso, quindi ricco di dettagli; cosa senti? che suoni? come ti comporti? come ti vedi e ti vedono gli altri? Ovviamente tutte domande le cui risposte devono essere positive e messe nella tua nuova immagine di te stesso.

Alla luce di tutto questo, ecco che quindi la tua voce interiore, è in ogni caso un’alleata; se ti manda messaggi che non ti piacciono, cambia le tue immagini interiori, e cambierai anche le risposte emotive 🙂

Può sembrare un po’ “sempliciotto” il discorso. Questo è comunque un’ottimo inizio. Non posso certo riassumere oltre 8 anni di studi e tecniche in articolo. Quello che conta, e che tu prenda quello che ti serve e lo applichi.

Vedrai, che pian piano, anche la tua vita potrà diventare più Felice.

Ti ricordo che l’Audio Corso 2016 racchiude queste tecniche con tanto di meditazioni guidate per un profondo e positivo cambiamento. Lo trovi CLICCANDO QUA.

Se ti è piaciuto l’articolo condividilo su facebook, potrebbe essere di aiuto per altre persone 🙂

Un Abbraccio,

Francesco

La tua Opinione è Importante! 🙂

Lascia un commento