Come Stare Bene da Soli


Riuscire a stare bene da soli, davvero bene, è una delle cose più importanti che potresti fare nella tua vita. E’ fondamentale per le più svariate ragioni; non dipendere affettivamente da qualcuno, non delegare la propria felicità verso l’esterno, non cercare l’amore solo per colmare un vuoto che in realtà è generato da qualcosa da “sistemare” dentro di noi.

E come possiamo fare a stare bene da soli?

Ti dico subito che non è una cosa che si decide, e bum, si sta bene. Si prende questa decisione dopo una consapevolezza (quella di aver capito di esser incapaci a stare da soli), e poi, giorno dopo giorno, iniziamo a coltivare diverse abitudini PER NOI positive al fine appunto di riuscire a sentirsi davvero a nostro agio nei momenti di solitudine.

La scelta di voler star bene, è davvero una cosa meravigliosa, che finalmente ci permette di conoscerci a fondo. Dobbiamo prima di tutto capire COSA ci piace fare. Quali hobby, quali passioni, quali interessi, e quali capacità vorremmo migliorare/sviluppare.

Si tratta quindi di dare una direzione alla nostra vita. Una direzione che sia piacevole per noi stessi e noi solamente.

Può capitare che alcune persone si sentano bloccate sin dal principio, ovvero nel capire o sapere cosa piace. Se sei tra queste, non preoccuparti, è del tutto normale. Se d’altra parte ti sei trascurato per molto tempo, è comprensibile non sapere cosa piace.

Dovrai quindi andare per esclusione;

  • prima di tutto fai appunto una bella lista di tutte le cose che POTREBBERO essere di tuo gradimento
  • prendi un foglio nuovo, dividilo in due colonne. In quella di sx metti quelle che PENSI ti possano piacere di più, in quella di dx, quelle che rimangono fuori.
  • a questo punto, dovresti avere una serie di “cose preferite” dalle quali cominciare. Prendine una, ed inizia a coltivarla.

E’ solo SPERIMENTANDO che potrai scoprire se una cosa davvero ti piace, ti appassiona e di conseguenza sarai motivato a portarla avanti.

Certo, il tutto non si limita solo a questo. C’è da considerare che una delle ragioni per cui una persona non sta bene da sola, è anche il modo in cui pensa a se stessa.

C’è un luogo comune che dice “sono solo, quindi sono sfigato”.

A parte che imparare a star bene da soli, non significa rimanere soli. Significa sapersi godere a pieno quei momenti in cui siamo soli in casa, la sera, o vogliamo semplicemente fare qualcosa, ma non la facciamo perchè non c’è nessuno.

Un esempio? Ci sono alcune sere in cui non ci sono amici che escono ed io ho voglia  di cenare fuori. Perchè rimandare se mi va proprio questa sera? Quindi mi preparo e vado al ristorante da solo. Le prime volte mi sentivo un po’ in imbarazzo, ma come tutto le cose, è una questione di abitudine e adesso ho imparato a godermi moltissimo queste cenettine in solitaria.

Il luogo comune di cui accennavo prima, riguarda proprio questo; la paura di “sentirsi sfigati” deriva dalla paura di “cosa pensano gli altri se….”, quindi è piuttosto l’immagine CHE TU hai DI TE STESSO che ti frega, e questa paura costante del giudizio, dell’esser giudicato.

Cambia l’immagine che hai di te stesso, e cambierai il modo in cui pensi che ti vedano gli altri.

I nostri pensieri, per quanto riguarda lo star bene con se stessi, giocano un ruolo davvero fondamentale. In qualsiasi situazione, è ciò che tu pensi che ti fa sentire sicuro/insicuro, acettato/non accettato, sfigato/padrone della tua vita etc…

Ricorda che non esiste un modo giusto di essere o di vivere. TU sei il modo, TU scegli il tuo modo e quello che ti farà sentire bene, sarà quello giusto per te.

Dunque, se hai ricercato su internet il modo per stare bene da solo e con te stesso, significa che ti preme come cosa, e che quindi è tempo di iniziare a farlo davvero.

Tutto inizia con il primo passo. Ed il primo passo è appunto quello di iniziare a fare qualcosa per te stesso che ti piace. Il secondo, è quello di smettere di rinunciare a qualcosa solo perchè non c’è nessun altro con cui farla. Buttati e falla da solo! Supera l’ostacolo mentale. E quì ci colleghiamo quindi al terzo passo. Lavorare sui tuoi pensieri, la paura del giudizio e come vedi te stesso.

Quest’ultimo passo è indubbiamente il più complesso ed anche quello su cui porre la maggiore attenzione. Ti ripeto ancora una volta che molto inizia da un pensiero. Il modo in cui agisci, il modo in cui parli, il modo in cui porti a termine (o non porti) determinate cose. Sono tutte creazioni tue e dei tuoi pensieri (spesso automatici negativi). Su questi ultimi devi focalizzare la tua attenzione e SMETTERE  di credere a tutto ciò che dice la tua mente.

Pensa che per aiutare le persone in questo, ho persino creato un’Audio Guida (Una Vita Felice, la trovi >CLICCANDO QUA<) proprio perchè mi rendo conto che alcuni passaggi possono essere delicati ed altresì molto importanti.

Se vuoi iniziare a stare bene, da solo, in gruppo, in una relazione, questi sono i passi davvero necessari per iniziare a farlo. Se vuoi approfondire l’argomento CLICCA QUA e vedi la presentazione dell’Audio Guida che credo possa davvero esserti di stimolo e molto molto utile.

Inoltre, se pensi che questo articolo in qualche modo ti sia stato utile e pensi possa esserlo anche per altri, condividilo, potresti anche tu aiutare qualcuno che un giorno te ne sarà grato.

Ti Auguro Ogni Momento Migliore

Francesco.

La tua Opinione è Importante! 🙂

Un commento su “Come Stare Bene da Soli”

Lascia un commento